Your shopping cart is empty!

Il manager di Ag2r Lavenu dice che l'UCI dovrebbe sanzionare Fro

18/01/2018 0
ADELAIDE, Australia (VN) - Il team manager francese di lunga data Vincent Lavenu ha dichiarato che "nessuno capirà" se Chris Froome riuscirà a sfuggire al suo caso Salbutamol senza una sanzione.
 
"Nessuno lo capirebbe, né i giornalisti abbigliamento ciclismo invernale, né il pubblico o gli altri cavalieri, se non c'è una sanzione", ha detto Lavenu a VeloNews. "È vero che ci sono state sanzioni per affari simili in passato, quindi dovrebbe esserci una sanzione".
 
Lavenu, che gestisce la squadra Ag2r La Mondiale dagli anni '90, ha definito il caso Froome un "affare delicato" e ha accettato l'inevitabilità di avvocati, audizioni e tribunali nel caso di alto profilo.
 
"Quale sarà la sanzione? Non lo so, "disse. "Ho fiducia nelle autorità dell'UCI. Ci sono le regole all'interno dell'UCI e il codice WADA, e gli avvocati saranno coinvolti. Ci sono state sanzioni prima in casi simili. "
 
Lavenu ha fatto eco a una sottostante frustrazione per il caso Froome che permea gran parte del gruppo. Ha detto che il caso riflette negativamente sullo sport.
 
"Quando il leader del ciclismo mondiale ha una storia come questa, è tutto il ciclismo a risentirne", ha detto Lavenu. "È un peccato che questo sia dove siamo, perché non aiuta l'immagine del ciclismo".
 
Lavenu ha anche sottolineato le incongruenze tra le regole dell'UCI e quelle associate al MPCC (Mouvement Pour un Cyclisme Crédible) Ag2r completi ciclismo, un gruppo che la squadra Ag2r di Lavenu è un membro fondatore. L'MPCC ha esortato il Team Sky a schierarsi da Froome quando il suo caso è stato giudicato.