Your shopping cart is empty!

La rete sociale che aiuta gli addetti alla pianificazione a capi

01/12/2017 0
Pedoni e ciclisti sono notoriamente difficili da contare e mappare per i pianificatori dei trasporti. Questo sta cominciando a cambiare, però - non a causa di un salto di qualità nei sondaggi o sensori, ma a causa dei social media a tema fitness.
 
La scorsa settimana, Strava, un social network per atleti, ha ripubblicato la sua Heatmap globale con più dati e una grafica migliore. La mappa interattiva descrive oltre 1 miliardo di viaggi intrapresi dai milioni di membri di Strava, l'80 percento dei quali proviene da paesi al di fuori degli Stati Uniti. Tutti questi dati costituiscono una mappa globale dettagliata dei viaggi fatti a piedi, in bicicletta e con altri mezzi di trasporto alternativi. E tutte quelle informazioni stanno iniziando a essere messe al lavoro dai pianificatori dei trasporti.
 
La Global Heatmap fornisce un senso abbastanza smussato dei più trafficati corridoi del traffico, ma è solo la faccia pubblica di una serie di dati su come pedoni e ciclisti vanno in giro. La prima iterazione della Global Heatmap ha prodotto così tante chiamate da parte di pianificatori e attivisti che la società ha sfruttato la ricerca in un toolkit di dati chiamato Strava Metro. Oggi il toolkit è utilizzato da 125 organizzazioni in tutto il mondo, compresi i dipartimenti di trasporto in Colorado, Utah, Texas, Florida, New Hampshire e Vermont.
 
"Molti dipartimenti di trasporti e di pianificazione ci hanno contattato dicendo che in realtà non hanno molti dati sul comportamento di bici e pedoni. Devono fare un tuffo più profondo in quello che mostra la mappa termica per fare pressione su infrastrutture migliori ", afferma Brian Devaney, responsabile marketing di Strava.
 
Sia Heidi Goedhart, responsabile dei trasporti attivo di Utah DOT, sia Joseph Santos, un ingegnere della sicurezza dei trasporti presso la Florida DOT, hanno fatto eco a questo sentimento. "È davvero difficile per noi capire l'origine e la destinazione, e anche per quanto tempo sono quei viaggi, perché se stiamo facendo raccolta di dati point-source, allora ci manca il resto dell'immagine", dice Goedhart. Mostrando i viaggi completi, i dati Strava offrono una visione molto più sofisticata del comportamento dei pedoni e delle biciclette rispetto ad altre fonti di dati normalmente disponibili per i pianificatori. UDOT, che ha stretto una partnership con Strava Metro solo in marzo, ha già modificato alcuni progetti di strade e intersezioni in base alle nuove informazioni. "Sostituisce aneddoto con i dati", dice Goedhart.
 
La maggior parte dei tipi di pianificazione e di policy si baseranno sui dati relativi a pedoni e biciclette, ma la mappa globale del calore descrive anche i viaggi effettuati sull'acqua o sulla neve, che rappresentano una gamma molto più diversificata di attività con molti meno punti dati. In questo senso, si può dire che la mappa rappresenti il ​​viaggio per mezzo, piuttosto che per modalità. Il filtro gambe, ad esempio, non distingue tra camminare e fare jogging. Il filtro dell'acqua rappresenta tutti i tipi di sport acquatici, tra cui nuoto, vela e kite-boarding. E il filtro neve mette in risalto i punti caldi di sci e snowboard come le Sierre e le Alpi, anche se mostra anche alcuni viaggi errati in luoghi come il centro di Los Angeles.